Una data da ricordare, tutti insieme.

Ventuno dicembre duemiladiciotto, ore diciotto (più o meno), Bergamo Alta, Teatro Sociale, platea. Ci sediamo nelle file riservate e siamo un bel numero, circa 25, tant’è che ci abbiamo messo un attimo a convincere il cerimoniere che sul palco ci saremmo stati tutti. Sul palco? Ma chi? e a fare che? Perché?

Chi è facile: i rappresentanti dei Comitati e delle Associazioni Genitori dei 9 Istituti Comprensivi di Bergamo.
A fare che è altrettanto facile: a sorridere e a ringraziare.

Perché? Perché quest’anno, la Giunta della città ha deciso di assegnare ai genitori, come ha detto il sindaco Giorgio Gori, la più alta onorificenza della città.
Civica Benemerenza ai Comitati e alle Associazioni dei Genitori degli Istituti Comprensivi della Città per il fondamentale contributo di pensiero, organizzativo e di risorse – autentico esempio di cittadinanza attiva -che ha consentito la diffusione dei progetti “Scuole Aperte” in tutti gli Istituti di primo grado di Bergamo.

Confesso che era parecchio tempo che non mi capitava di essere così emozionato in una cerimonia pubblica: eravamo i “soliti genitori”, quelli con i quali ci si incontra ogni tanto nelle varie scuole o ci si sente per telefono o nell’ufficio dell’assessore Loredana Poli per discutere di cose comuni, quotidiane, che toccano, prima o poi, un po’ tutti.

Il piedibus, gli attraversamenti pedonali, le circolari e le direttive dei dirigenti, le feste delle scuole. Cose semplici, spesso anche molto divertenti: “ma voi come fate con le magliette per la corsa?”, “mi raccomando, sulle torte scrivete gli ingredienti!”, “allora chi prende il furgone per montare il palco?”.
Quelle solite facce sorridenti, che si vedono dopo cena, magari di corsa “scusate, i ragazzi hanno finito i compiti più tardi e la cena è andata per le lunghe”, “figurati, abbiamo appena iniziato”, quelli lì, i genitori, normali, normalissimi… beh vederli sul palco tutti insieme sorridere e dire grazie: è stato davvero un bellissimo momento!

Un bellissimo momento soprattutto perché eravamo tanti, tutti insieme. Il messaggio era chiarissimo e semplice: se siamo in tanti è facile e bello fare delle cose per tutti.

Bello che, dopo tanti anni di attività e progetti portati avanti tranquillamente e “in silenzio”, arrivi un assessore che valorizza il nostro fare rete.

Bello che ci sia un’amministrazione che lo riconosca, pubblicamente nel più bel teatro della città.

Un bellissimo modo per concludere l’anno vecchio e iniziare quello nuovo con entusiasmo e voglia di fare.

Grazie a tutti per esserci e un grazie particolare a Loredana Poli.


Questa voce è stata pubblicata in Home. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...